Ristoranti all’Eur, una giornata all’insegna del buon cibo

ristoranti eur

Se ti ritrovi a passeggiare tra i viali alberati della zona Ostiense, forse è l’occasione giusta per godersi un pasto in uno dei ristoranti siti nel quartiere.

La molteplice presenza di ristoranti all’Eur, fa sì che ognuno possa sentirsi libero di godersi dei momenti di riposo dopo, magari, aver visitato le attrazioni circostanti o durante la pausa da pranzo del lavoro. Anche se la percezione comune tende a immaginare e a collegare l’accezione di ristorante alle tradizionali osterie romane, le vie del quartiere sono popolate di una varietà di locali e ristoranti che oltrepassano il concetto di esclusività legata alla cucina romana.

Dai ristoranti di pokè, sushi e, ancora, paninerie e ristoranti veg, la zona è ricca di alternative e realtà ristorative pronte a soddisfare le tue voglie, dopo una giornata faticosa.

Tuttavia, soffermandoci sul quartiere romano, in questo articolo segnaleremo le principali specialità della cucina capitolina, per fornire uno spunto culinario a quei neofiti che vorrebbero visitare la zona ma che, intimoriti dall’idea di non godere di un buon servizio, esitano ad avvicinarsi ai locali. Inoltre offriremo dei suggerimenti di spessore culturale, che fungerà da guida per orientarsi fra i punti di interesse maggiore della zona.

L’impronta romana in cucina

La tradizione culinaria della Capitale, si sa, è un’esplosione di sapori dal carattere deciso e coinvolgente. Sono tanti i locali che lungo il territorio propongono menù interamente pensati per contenere i piatti tipici della cucina romana, talvolta anche pur non essendo capaci di riprodurli fedelmente.

Ciò che fa la differenza è il tocco deciso che lo spirito capitolino riesce a infondere nelle pietanze, anche in quelle di origine extranazionale.

Tuttavia tra i piatti della tradizione che ci sentiamo maggiormente di consigliare, possiamo annoverare la pinsa, la pizza ripensata in ottica capitolina. Rispetto alla pizza canonica, la pinsa, non solo muta il suffisso, ma presenta un’altra forma e un’altra tipologia di impasto. Infatti, essa non rispetta la tipica rotondità della pizza napoletana, né un cornicione di pasta pronunciato, ma è, infatti, caratterizzata da una dimensione rettangolare e da un impasto fragrante, seppur sottile.

Come non parlare poi del piatto intramontabile, eterno quanto le bellezze di Roma, è la carbonara, servita solitamente con tonnarelli o rigatoni. Il sapore rustico e croccante del guanciale, unito alla cremosità dell’uovo che amalgama la pasta insieme a una briosa carezza di pepe e pecorino, rendono la carbonara una leggenda della cucina nostrana.

Se parliamo dei piatti tipici, tra le più conosciute ed amate vi è sicuramente l’amatriciana. Seppur traendo le sue origini dal borgo di Amatrice, l’amatriciana è tra i piatti più gettonati da chi vuole approcciarsi ai sapori romani. Composta da ingredienti poveri ma genuini, cioè pecorino, guanciale e salsa di pomodoro, l’amatriciana rappresenta una delle paste più sfiziose del posto.

Quartiere Eur, non solo cibo

L’Eur, tuttavia, non offre solo ristoranti, ma anche una moltitudine di attrazioni interessanti da visitare. Quartiere ricco di storia, l’Eur rappresenta l’impronta monumentale delle correnti artistiche del XX secolo in Italia.

Inizialmente progettata per ospitare l’Esposizione Universale di Roma, da cui prende il nome, la zona è costellata da edifici monumentali e piazze degne di spessore. Tra marmi, tufo e calcare, passeggiare per l’Eur ti darà l’idea di accedere agli antichi splendori della Roma antica, seppur nella declinazione razionalista del suo stile.

Cuore turistico del quartiere è, senza ombra di dubbio, il Palazzo della Civiltà del Lavoro, meglio conosciuto col nome di “Colosseo quadrato” per via della sua architettura palesemente ispirata al suo antenato Colosseo.

Impossibile non recarsi, poi, nella splendida cornice offerta dal laghetto dell’Eur, animata da passanti e allenamenti di canottaggio. Un luogo suggestivo, questo, nel quale addentrarsi per una passeggiata o per godersi un po’ la quiete del posto. Poi ancora piazza Guglielmo Marconi con il suo imponente obelisco che conferisce un tocco di prestigio impeccabile.

Che dire, se sei alla ricerca di un posto da visitare e dove poter anche refrigerarti con un ottimo pasto, il quartiere Eur è una valida alternativa alle tante altre zone di Roma.

 

Author: pubblicaxonex@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *