Oro Usato un Affare d’Oro Spesso Sottovalutato

oro usato

Oro usato, un settore che spesso viene sottovalutato ma che soprattutto per quello che riguarda le quantità più piccole permette di ottenere degli ottimi guadagno in modo veloce.
Sono oltre le persone che si sono ritrovate in casa dei piccoli tesori accumulati nel tempo attraverso regali ricevuti o l’acquisto di gioielli o altri oggetti in oro.
Gli affari migliori sono stati fatti soprattutto per quanto riguarda gli oggetti o i gioielli che sono stati acquistati diversi anni soprattutto nei primi anni del duemila quando il prezzo oro oscillava ben al di sotto dei 300 dollari oncia.
Lo sanno bene i molti che in questi anni di crisi hanno venduto vecchi oggetti in oro vecchio spesso anche rotti o in cattive condizioni ottenendo comunque valutazioni in base alla quotazione oro del momento seppur scontata dalla quota ritenuta dai compro oro Firenze o di altrove.
Oggi chi si ritrova con oggetti in oro vecchio acquistati venti anni fa ottiene una plus valenza incredibile nonostante il prezzo dell’oro usato sia inferiore rispetto a quello dell’oro nuovo.
La differenza di prezzo tra oro vecchio e oro nuovo deve essere calcolata tenendo presente la quotazione oro ufficiale del momento, da quel prezzo devono essere sottratti i costi della lavorazione necessaria a riconvertire l’oro usato in nuovo.
Una cosa da tenere presente è che la maggioranza dell’oro considerato usato non è puro come quello dei lingotti da investimento ufficiali, che certificano la propria purezza in modo sicuro.
Generalmente gioielli e oggetti di vario genere sono realizzati con oro a 18 carati che corrisponde al 75% di oro puro, un fattore che sarà calcolato dal compro oro o dal banco metalli al momento dell’acquisto.
L’oro usato rispetto all’oro nuovo ha un proprio mercato di riferimento fatto da privati, compro oro e nel caso di oggetti di valore o che sono particolarmente richiesti da collezionisti.
Il mercato dell’oro nuovo invece si basa su transazioni di borsa ufficiali che vede coinvolti investitori finanziari, banche statali ed il settore industriale nel quale il prezioso metallo giallo trova diverse collocazioni in settori anche strategicamente molto importanti.
Si deve tenere presente che le transazioni per gli investimenti in oro nuovo hanno anche dei costi maggiori che pesano sul guadagno finale, queste spese rappresentano le varie commissioni che è necessario pagare per ogni transazione.
Questo avviene in modo minore per l’oro usato in quanto lo possiamo vendere direttamente ad un privato o ad compro oro qualsiasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *