Miniere d’Oro l’Origine è dalla Fusione Tra Stelle di Neutroni

miniere d'oro

Miniere d’oro, queste due parole da sole sono sufficienti a far brillare gli occhi ai molti che vedono nel prezioso metallo giallo una fonte di ricchezza.
Ma le miniere d’oro presenti sulla terra sono ben poca cosa rispetto a quelle che si trovano nell’universo, solo schegge arrivate sul nostro pianeta in miliardi di anni dallo spazio.
Nell’universo ci sono quantità di oro talmente grandi che ne basterebbe una infinitesima percentuale per rendere questo metallo talmente comune da non essere più quel bene prezioso che è possibile vendere a prezzi elevati anche in semplici compro oro.
Le immense quantità di oro presenti nell’universo sono state create con la collisione di corpi celesti che hanno sprigionato una energia tale da portare alla creazione di metalli pesanti come oro e platino.
Negli ultimi anni grazie alle sonde inviate nello spazio è stato possibile anche farsi una idea di come avvenisse la creazione di metalli come l’oro.
Ultimamente un team di scienziati hanno analizzato dati provenienti da due osservatori di onde gravitazionali, Ligo e Virgo, questi hanno rivelato segnali che hanno portato alla conclusione che gli eventi spaziali che generano più metalli pesanti sono le fusioni di stelle di neutroni.
Una scoperta, anche se ancora tutta da studiare, che smentisce in parte le teorie che vedevano nelle supernove la possibilità di creare immense quantità di oro e platino.
Le onde recepite dagli osservatori nel 2017 hanno stabilito che la fusione cosmica ha messo in evidenza indizi che hanno permesso di vedere una presenza di metalli pesanti enorme, tanto da essere quantificabili in parecchie volte la massa della terra stessa.
Un altro vento cosmico che si pensa possa dare origine a metalli pesanti come oro e platino è la collisione tra una stella di neutroni con un buco nero.
Anche in questo caso gli scienziati hanno ipotizzato la possibilità che vengano a formarsi enormi quantità di metalli pesanti.
Non si deve dimenticare che l’elevato prezzo dell’oro è anche il frutto della sua relativa scarsità almeno per quanto riguarda la sua presenza sul pianeta terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *