L’importanza degli occhi secondo il chirurgo maxillo facciale

Gli occhi sono la parte che più caratterizza l’espressività e la personalità di un individuo, tale che la blefaroplastica è un trattamento chirurgico che svolge un ruolo fondamentale nel determinare la giusta armonia in un viso e ritardare i processi di invecchiamento.

I sintomi che conducono alla scelta di eseguire la blefaroplastica sono molteplici e comuni a molte persone, come ad esempio occhi stanchi, palpebre calanti, borse e occhiaie, la blefaroplastica rappresenta una delle procedure cosmetiche facciali maggiormente eseguite.
Si tratta di intervenire chirurgicamente sulle palpebre, sia superiori che inferiori a seconda della tipologia di intervento, e rimuovere la parte cutanea in eccesso così da eliminare i segni dell’invecchiamento e migliorare l’aspetto funzionale della parte: per fare questo, il chirurgo maxillo-facciale adopera tecniche mini-invasive che lasciano segni quasi impercettibili

La blefaroplastica può essere eseguita in combinazione con il face-lift o con il minilifting frontale in caso di invecchiamento precoce del viso che determina la comparsa delle cosiddette zampe di gallina, ovvero rughe di espressione ai lati degli occhi che possono sorgere anche in soggetti di età non superiore ai 40 anni.

Prima di decidere di eseguire un intervento di blefaroplastica è necessario effettuare un’accurata visita specialistica dal chirurgo maxillo-facciale che, insieme all’anestesista, compie una valutazione preoperatoria sulla base della storia oftalmogica del paziente e ne registra l’eventuale utilizzo di lenti correttive, così come le eventuali allergie, traumi, secchezza oculare o presenza di glaucoma etcOltre ad un accurato esame dell’occhio, il chirurgo maxillo-facciale sa di dover tenere specificatamente conto della qualità della pelle del paziente e della quantità dei tessuti molli.

La visita specialistica dal chirurgo maxillo-facciale è di fondamentale importanza in quanto viene valutato il caso specifico così da personalizzare la tipologie di intervento sulla base della peculiare situazione clinica del paziente. Inoltre, in questa fase il paziente esprime psicologicamente il suo bisogno e il suo desiderio, che il chirurgo maxillo-facciale raccoglie per fissare gli obiettivi, i limiti e le possibilità dell’intervento.

L’intervento di blefaroplastica dura circa un’ora e viene eseguito in anestesia locale o supportato da una leggera sedazione del paziente; l’incisione può essere eseguita dal chirurgo maxillo-facciale mediante bisturi, oppure con un laser o con strumenti a radiofrequenze. Per ciascun caso clinico viene personalizzata la quantità di cute, muscolo e grasso da rimuovere e l’intervento non lascia alcuna cicatrice né alcun segno visibile.

Esperto di blefaroplastica, il Dott. Giuseppe Spinelli è Direttore del reparto di Chirurgia Maxillo-Facciale all’AOU Careggi di Firenze. È possibile contattarlo compilando il form su www.giuseppespinelli.it, oppure incontrarlo all’XI International Ophthalmic and Ophthalmoplastic – Training Courses, che si terrà dal 29-31 Maggio 2019 presso l’Aci Castello, Hotel Baia Verde.

Author: seojoco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *