Istituto bilingue a Roma, espandere i propri orizzonti

istituto bilingue roma

Al mondo sono più di 6.800 le lingue parlate. Ma quante persone sono disposte ad apprendere più di una lingua alla volta? Sicuramente i giovani, che ormai vivono in un modo globalizzato e connesso in modo perenne, magari frequentando un istituto bilingue a Roma.

Fatto sta che, attualmente, quasi 3 miliardi di persone è bilingue. Oltre a quella del proprio Paese, quale parlano più di tutte? Ovviamente l’inglese. Conoscerla è importante dal punto di vista sociale, culturale e professionale.

Vediamo di seguito quali vantaggi può offrire un istituto bilingue a Roma.

Migliora la funzionalità mentale

Più di cinquant’anni fa, il bilinguismo veniva ritenuto dannoso per il cervello dei più piccoli. Poi, dagli anni ’70 in poi, diversi studi hanno dimostrato che una persona bilingue è in grado di raggiungere notevoli abilità cognitive, tra cui:

  • il miglioramento della consapevolezza metalinguistica, ossia la capacità di percepire le sottili differenze grammaticali e ortografiche tra due lingue;
  • la capacità di apprendere lingue diverse, soprattutto nei primi anni di vita.

Inoltre, i vari test condotti hanno dimostrato che le persone bilingue mostrano migliori funzioni mentali, tra cui:

  • flessibilità;
  • controllo dell’attenzione;
  • risoluzione dei problemi.

Migliora la vita sociale

Imparare un’altra lingua in un istituto bilingue Roma offre nuove opportunità a livello sociale, consentendo una comunicazione fluida con chi parla la stessa seconda lingua.

Oltre ad apprendere foneticamente e grammaticalmente la lingua, vengono anche apprese le abitudini sociali collegati alle funzioni linguistiche.

Conoscere una seconda lingua e la cultura collegata porterà a frequentare persone di estrazione sociale propria del paese inerente, facendo in questo modo aumentare l’ascolto e la comprensione.

La cerchia sociale si allarga

La conoscenza di un’altra lingua allarga, inevitabilmente, la cerchia delle conoscenze e delle relazioni strette. Tutto ciò grazie al potere della comunicazione che, però, deve sempre essere portata avanti in modo educato e socievole.

Aiuta a difendersi da malattie mentali come l’Alzheimer

Secondo i risultati di diversi studi medici, avere una maggiore flessibilità mentale verso l’apprendimento di una seconda lingua favorisce la prevenzione di malattie di natura mentale, come l’Alzheimer, la demenza senile e altre malattie correlate al declino mentale.

Migliora notevolmente le prospettive professionali

Le opportunità professionali che offre la conoscenza di una seconda lingua sono maggiori. Oltre che per le traduzioni, un trasferimento all’estero e i viaggi, tale conoscenza apre più porte nel mondo del lavoro.

Ci sono aziende che cercano figure professionali per instaurare rapporti economici con clienti stranieri. È ovvio che bisogna conoscere l’inglese per poter ambire a tale posizione, oltre che competenze e conoscenze in ambito economico, finanziario o di marketing.

Offre la possibilità di conoscere una cultura diversa

Non c’è arricchimento migliore dell’integrarsi con una cultura diversa. Una persona bilingue può facilmente interfacciarsi con una cultura che non ha mai conosciuto grazie alle capacità di comunicare in modo fluido con le persone.

In questo modo potrà entrare in contatto con abitudini e tradizioni diverse, che in condizioni normali difficilmente riuscirebbe ad avvicinare. Il bilinguismo non è soltanto un modo per facilitare il ruolo di turista all’estero, ma anche per sentirsi membro di una comunità differente.

 

 

 

Author: pubblicaxonex@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *