Le aziende italiane e l’opportunità del digitale

Stando a recenti statistiche la maggior parte delle aziende italiane vorrebbe poter mettere in atto una vera e propria trasformazione digitale. A quanto pare il 90% delle aziende ha fatto un’affermazione di questa tipologia. Il motivo è ovvio. Anche le aziende di più piccole dimensioni hanno infatti ormai compreso che il digitale è da considerarsi come un percorso obbligato, l’unico percorso possibile se si desidera avere un impatto più che positivo sulla propria competitività di mercato, l’unico percorso possibile se si vuole insomma emergere nella massa di aziende simili e riuscire a catturare l’attenzione di un numero sempre maggiore di clienti. Le aziende sono consapevoli che con una trasformazione digitale in atto tutto il processo lavorativo diventerebbe più semplice inoltre. I costi possono ridursi infatti notevolmente, la produttività può aumentare, i processi e le relazioni con i clienti possono migliorare.

Tutte le aziende che hanno affermato di voler mettere in atto questo trasformazione digitale sono riuscite nell’impresa? No, solo il 60% delle aziende ha iniziato questa trasformazione, il 30% è invece ancora del tutto bloccato. Cambiare mentalità a quanto pare infatti non è semplice e poi c’è la necessità di abituarsi all’utilizzo delle nuove tecnologie. Certo, le aziende possono andare alla ricerca di figure professionali giovani e già formate in ambito digitale, così da rendere la trasformazione estremamente semplice, ma a quanto ci sono non pochi ostacoli nel reperimento del personale adatto. I giovani non sembrano cioè possedere le skills adeguate e il loro know how risulta piuttosto lacunoso. Sembra strano, ma è proprio così. Le aziende de del Nord Est, giusto per analizzare la situazione dell’area italiana in assoluto più fertile per quanto riguarda la rivoluzione digital, affermano di non riuscire a scovare alcune figure professionali. Impossibile ad esempio per tutte le loro trovare degli esperti in posizionamento siti internet verona e zone affini, così come è difficile trovare esperti in automazione, in cyber security, in analisi dei big data.

Le opportunità che il digitale offre sono innumerevoli. Sono opportunità interessanti per le aziende, perché così possono crescere e svilupparsi. Sono opportunità interessanti per i giovani che possono trovare immediatamente un posto di lavoro che può loro garantire immense soddisfazioni, economiche e personali. Sì, sono opportunità interessanti, ma se i giovani non hanno le giuste competenze, si tratta di opportunità che sfumano, che nessuno può cogliere. E così ci giovani sono costretti a da andare altrove a cercare un buon posto di lavoro, magari all’estero. E le aziende sono costrette a fermare la loro rivoluzione digitale.

Che fare? È necessario che le università comprendano appieno il peso di questa situazione e offrano corsi ad hoc, pensati proprio per colmare le lacune che i giovani di oggi hanno. È necessario però anche progettare dei corsi di formazione appositi, magari proprio con la collaborazione delle aziende del territorio. In questo modo i giovani potrebbero essere formati sul campo, entrare in diretto contatto con le aziende, capire davvero che cosa viene cercato oggi dal mondo del lavoro. Mettendo in atto questi provvedimenti, sarebbe possibile ottenere un comparto aziendale digitale di altissimo livello, che niente avrebbe da invidiare alle aziende estere. C’è bisogno di pazienza, determinazione e anche di somme di denaro piuttosto ingenti, ce ne rendiamo conto, ma si tratta di un investimento per il futuro dell’Italia intera, della sua economia, delle nuove generazioni, di un investimento che deve assolutamente essere preso in considerazione.

Author: daniele130

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *